Archivi tag: alta quota

UN RACCONTO DI ROCCIA E GHIACCIO

img_2277.jpg

Chiara: «Senti Marty ma andiamo a fare la Hintergrat? pensavo a fine luglio. Le condizioni sotto ottime!» – Marty: «Prenota al Coston!».

E così ci ritroviamo il 25 Luglio a Pove del Grappa con destinazione Solda. Il viaggio è lungo ma neanche ce ne accorgiamo, siamo così euforiche, che non ci pesa proprio far tanta strada in macchina e in un batter d’ occhio siamo al parcheggio dell’Hotel Bambi. Continua a leggere

DOLOMITISTE IN TRASFERTA IN OCCIDENTE

fbt

Chatillon, h 23.30. 

Mariana al casellante: «Scusi, per Cervinia-Breuil è giusta l’uscita?». Claudia: «Madonci Mariana è dagli anni ’90 che non si chiedono informazioni ai casellanti! Esistono i navigatori sai?».

Cervinia-Breuil, h 6.30.

Claudia a dei passanti: «Scusate? Sono questi gli impianti per il Plateu Rosà?». Mariana: «Claudia se me lo dicevi mettevo il navigatore!!». Continua a leggere

GRANDI RAVANATE PER RAGGIUNGERE IMMENSE STELLATE!

IMG-20180616-WA0045

In cima!

La salita alla cima del Carè Alto attraverso il canale est non è calcolabile nei suoi 2.213m che la separano dal parcheggio. Il viaggio è molto più lungo, e parte da quando Mariana e Claudia hanno deciso di “andarsene via”, precisamente in quota. Continua a leggere

In quota

(Articolo già pubblicato sul blog di Alessandro Gogna)

L’essere più antico è Dio, perché non generato
Il più bello è il mondo, perché opera divina
Il più grande lo spazio, perché tutto comprende
Il più veloce l’intelletto, perché passa attraverso tutto
Il più forte la necessità, perché tutto domina
Il tempo è il più saggio di tutti, scopre sempre tutto

(Talete – VI sec. a.C.) Continua a leggere

Alcune salite acquistano senso solo “dopo”

In primavera con i ragazzi dell’Alpinismo Giovanile vado a fare lunghe salite su neve, che mi sembrano sempre estenuanti e senza senso, neve molle, fatica, magari in mezzo alla nebbia… andare su solo per fare fiato insomma! Continua a leggere

“VAI SPESSO IN MONTAGNA CON QUESTA TUA AMICA?” – “CON MIA MAMMA? SÌ!”

Il nord ovest interviene e dice: figo un blog di montagna al femminile!!

io ed eli sci

Elisa e laFrà in una scialpinistica!!

Già prima che prendesse concretamente forma, l’idea mi era sembrata interessante. Ricordo la Frà, caparbia, alle prese coi rudimenti dell’informatica e poi tutta soddisfatta per la nascita del blog. Eravamo in un piccolo appartamento alle pendici del Monte Bianco, nella valle che ci ha fatte incontrare, conoscere e che ci ha regalato l’inizio di un’amicizia preziosa. Un incrocio casuale di vite si può dire, ma poi coltivato e curato, tra sciate, cene e soprattutto, l’ospitalità nella sua casetta aostana. L’ho ammirata da subito “laFrà” e probabilmente i suoi racconti, la sua voglia di avventure e la sua gioia hanno accelerato quel processo di avvicinamento alla montagna che era appena scattato in me. Desiderio per quelle cime, ma comunque rispetto e conoscenza dell’ambiente alpino, sempre in sicurezza, sempre con umiltà, insomma, un bell’esempio! Continua a leggere

STAVOLTA TI PORTO IO A FARE UNA CRESTA!!!

Aiguille de l’Index – Chamonix. Avevo una voglia matta di sperimentarmi su una cresta andando da prima.

Aiguille de l'Index (2595m) - cresta SE

Aiguille de l’Index (2595m) – cresta SE

Il grado di difficoltà della salita in sé non era elevato, ma questo ambiente alpinistico per me abbastanza nuovo (si è molto esposti, alcuni passaggi sono particolarmente aerei, ci sono parecchi traversi ecc.) e la sfida di voler aprire tutti i tiri io, erano perfetti per una “prima cresta tutta da prima”.

Continua a leggere

4061 m sopra il livello del mare

Gran Paradiso visto dal Rifugio Chabod

Gran Paradiso visto dal Rifugio Chabod

4061?? Sì, l’altezza del Gran Paradiso!

Quando?? Estate del 2013.

Quello è stato il mio primo 4000… Continua a leggere

LIFE IS A GIFT – gli imprevisti segnano e insegnano

luglio 2013 - Gran Paradiso con Anna

luglio 2013 – Gran Paradiso con Anna

Life is a gift” una frase stupenda che ho trovato scritta su una bandierina piantata nella neve
la prima volta che sono salita sul Gran Paradiso con Anna. “Ti ricordi?”

Mi ha colpito leggerla allora e mi colpisce oggi ricordarla. Leggete per capire perché!!

Forse è arrivato il momento di scrivere, per me o per gli altri non lo so ancora. Intanto scrivo dell’avventura/disavventura sul ghiacciaio del Gran Paradiso con gli sci. Scrivo, non per raccontarvi la gita in sé, i fatti, il percorso … ma per raccontarvi come ho affrontato certe difficoltà da donna, come queste mi hanno segnato e che voglio ri-legarmi alla corda.

Continua a leggere