saluto al SOLE, ci andiamo da SOLE!

VIA SALUTO AL SOLE“Pisi martedì e mercoledì tieniti libera che andiamo a fare una via!”. Inizio dell’avventura. La scelta, il posto, la difficoltà, l’esposizione, i dubbi, la lunghezza, il meteo, i consigli, la sfida, i libri.

L’unica certezza: la nostra cordata.

La scelta, l’abbigliamento. Vintage. Ovvio!

Poche idee, ma chiare:


INSIEME – Insieme fin dalla sera prima. Ci siamo trovate a casa di Mariana per una cena a base di minestrone, pollo allo spiedo, patatine, zucca, birra francese scaduta e tisana ai fiori di sambuco. Insieme nella scelta della via. Abbiamo parlato dei nostri obiettivi, ognuna di noi ha condiviso cosa voleva portare nello zaino l’indomani ed era comune l’idea di mettere alla prova le nostre capacità, il nostro limite. Un lancio avventuroso verso “un po’ di più”, insieme abbiamo voluto misurarci su una via a spit di 6b+. Insieme nel tifo da stadio lungo i tiri. Per noi è fondamentale sentire che siamo una squadra e come tale abbiamo bisogno dell’incoraggiamento reciproco. Qualcuno potrebbe definirci galline in un pollaio verticale, casi umani femminili appesi alla parete, oche che non smettono di parlare e blaterare nemmeno sotto sforzo e così via. No. A noi il tifo e le urla (soprattutto quelle di gioia quando si arriva in sosta) ci fanno sentire più unite e di conseguenza più forti e determinate. Insieme nelle soste ed infine insieme in vetta.

DIVERTIMENTO – Il primo grande nostro obiettivo. Indipendentemente dalla via, dal grado di difficoltà e dal luogo (più o meno commerciale) c’è la voglia di divertirsi, di condividere avventure, sketch, risate e perché no…..gossssip!

Il nostro divertimento è cominciato la sera prima dell’avventura in parete, o meglio comincia ogni volta che ci vediamo. “Ragazze come ci vestiamo domani per fare la via?” , “Vintage”, “Ovvio”, “Sì, però se capita che dobbiamo chiamare il Soccorso Alpino io piuttosto che mi vedano vestita così mi butto giù!”, “Comunque sopra ci mettiamo tutte e tre la maglietta del Beppe ®”, “Ho anche lo zaino anni ’80, usiamo questo!”. Vestiti e risate. Birra e risate.

Quel mercoledì il nostro divertimento non è finito con l’arrivo alla macchina; ci siamo fermate insieme a due ragazzi Manuel e Andrea, incontrati alla base della parete, a bere una birra (+ tisana) nel baretto di Platano. “Ah comunque non ci vestiamo sempre così!!”.

E poi il viaggio di ritorno in macchina. Gossip e risate.

VIA SALUTO AL SOLE

LIMITE – Ecco sì, quel giorno volevamo tutte provare il nostro limite. Ognuna il suo. Per fare ciò è necessario avere testa e determinazione (se no meglio farlo in un altro momento). Tutte le lunghezze della via erano di 6a+, 6b, 6a, 6b, 6b+. Anna e Mariana volevano misurarsi facendo da prime il 6b/6b+ e io invece avevo più obiettivi. È stata la mia prima via con tutti i tiri così e volevo capire la mia resistenza poiché lo sforzo non era richiesto solo per brevi passaggi, ma per intere lunghezze; volevo inoltre provare a fare da prima il tiro di 6a (nonostante L1 e L2 fossero impegnativi, anche perché fatti “a freddo”) e vedere come reagivo in un 6b+ in via, non in falesia. Sfide mica banali! Lo dico senza vergogna e con molta umiltà: ho sofferto parecchio nell’ultimo tiro, soprattutto perché la grande fatica accumulata nei precedenti mi aveva lasciato senza più forza. Fisica e mentale. Fin dall’inizio per me è stato impegnativo: scaldarmi su un 6a+ e poi 6b. Per fortuna però attaccato all’imbrago avevo molto entusiasmo, così tanto da voler portare avanti uno degli obiettivi con cui ero partita: fare da prima il tiro di 6a e così è stato. Avevo il tifo e la fiducia delle mie compagne di cordata. Loro credevano in me, ma soprattutto in quel momento io credevo in me stessa. Ce l’ho fatta e ho condiviso con loro la mia felicità urlando in sosta “Yeeeeeeee!!” a squarciagola. Mariana e Anna sono state fantastiche, non ho parole per descrivere la loro tenacia e la loro bravura tecnica. Tutte abbiamo potuto misurare il nostro limite con successo, ma non senza fatica, impegno e sforzi. Abbiamo conosciuto e condiviso il nostro “un po’ di più”, prima tra di noi lungo la via ed ora con voi. BlaBlaBla.

VIA SALUTO AL SOLE

Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...